Junior Marvel2
JUNIOR MARVEL feat. THE BARNSTOMPERS
 
JUNIOR MARVEL (NL)
Fin dai primi anni dell'epoca d'oro della Sun Records, la musica rock'n'roll si è evoluta in molti altri sotto-generi. Ma il suono originale rimane per sempre ... Al giorno d'oggi molte band l'hanno quasi "toccato" e altri lo hanno quasi raggiunto. Se dovessimo nominare uno degli artisti che hanno raggiunto lo stile originale, questo è, senza dubbio, Junior Marvel. Un musicista olandese di talento con profonde radici spagnole ... o dovremmo dire ... un ragazzo spagnolo con radici olandesi? Più di 25 anni di carriera di successo con spettacoli in tutto il mondo. Da non perdere! La sua voce ci riporta per un momento, indietro nel tempo, ai primi anni della Sun Records, dove un giovane ragazzo di campagna di Tupelo ha realizzato alcune delle canzoni più favolose di sempre. “Hold it, fellas. That don’t move me. Let’s get real, real gone for a change”. ... e Junior Marvel lo fa !!!
 
 
THE BARNSTOMPERS (NL)
I Barnstompers nascono nel settembre del 1991 con un repertorio basato sul sound che va dalla fine degli anni quaranta ai primi anni Cinquanta passando dal Country-Boogie, Western-Swing, Honky Tonk al Rockabilly. L'eccellente combinazione di musicalità e voce rende The Barnstompers un'entusiasmante band. Questa band di "Swingbilly" merita sicuramente di essere vista dal vivo. Il loro repertorio e talento musicale unici è ciò che li rende diversi da molte altre band. La band gode di popolarità sia in patria che all'estero. L’aver suonato in molti importanti festival stranieri è testimone del fatto che sono una band molto richiesta in tutto il mondo. Si sono esibiti in 20 paesi diversi, tra cui gli Stati Uniti. Si sono esibiti dal vivo in uno show radiofonico nazionale chiamato "Country Time" e le canzoni del loro secondo CD sono state riprodotte sulla radio nazionale più volte. Nell'aprile 2004, 2008 e 2010 hanno suonato al più grande evento Rockabilly del mondo a Las Vegas, Nevada. Nell'ottobre 2006 hanno vinto 4 prestigiosi Dutch Country Awards. Nel 2013 hanno aggiunto 2 nuovi paesi alla loro lista, Grecia e Polonia. Accanto agli spettacoli regolari hanno fatto diversi tour con le leggende Rockabilly degli anni '50, tra cui Sid King e il fratello Billy, Lew Williams, Rudy "Tutti" Grayzell, Joe Clay e Sonny Fisher. La band ha anche suonato come supporto per molti artisti tra cui Jr. Marvel (NL), Haystack Hi-tones (NL), Sophia Wolff (USA), Charlie Thompson (Regno Unito), Rosie Flores (USA), Ronnie Hayward (Can).
https://www.facebook.com/The-Barnstompers-Annita-the-Starbombers-456650987691482/
 
 
 
 
 
 
 
KickEm Jenny The Strikers2
KICK'EM JENNY AND THE STRIKERS
 
KICK’EM JENNY (I)
Se sei mai andato a festival rockabilly, probabilmente hai incontrato una selvaggia ragazza bionda con una voce di carta vetra, una chitarra in una mano e un bicchiere nell’altra, suonando e cantando nel parcheggio o improvvisando con una band: questa è Kick’Em Jenny.  Lei stessa racconta che la fortunata canzone ‘'Stressed Up” l'ha portata sulla scena del rock e l'ha fatta suonare per i maggiori festival rockabilly per oltre un decennio. Kick’Em Jenny è stata una figura controversa che ha suscitato opinioni spesso diverse, ma contro ogni previsione non ha mai abbandonato la sua passione, perché la musica per Jenny è "l’espressione della tua anima e non puoi smettere di farlo finché vivi". Dal 2009 ha iniziato ad esibirsi come solista utilizzando una backing band. Il suo rammarico è stato quello di non aver pubblicato il gran numero di canzoni scritte negli corso degli anni. Così nel 2015 Jenny decide che è giunto il momento di iniziare a lavorare su dozzine di canzoni da lei scritte arrivando alla pubblicazione di un nuovo 45”, “Drive Me Wild”, uscito alla fine del 2017. Pochi nuovi progetti che esprimono diverse sfumature della sua idea di Raw Rockabilly includeranno la super talentuosa band italiana “The Lucky Strikes” con il nome “Jenny & The Strikers”, e il lato più autentico con i portoghesi “Aj & The Rockin 'Trio”, con il nome di “Kick’Em Jenny & The Untameds”
Non a caso, il suo soprannome artistico è preso da un vulcano sottomarino attivo vicino all'isola di Granada, nelle Antille, il "Kick’Em Jenny".
 
 
THE LUCKY STRIKES (I)
Neorockabilly band Bolognese formata da Aurelio Ristuccia (chitarra e voce), Zimmy Martini (contrabbasso) e Carlo Berbellini (batteria). Il gruppo nasce nel 2009, anno in cui Aurelio e Zimmy insieme a Sara Tenaglia alla batteria fondano la band. Tre musicisti affiatati e desiderosi di aggiungere, a modo loro, una nuova voce alla scena rockabilly italiana. I Lucky Strikes iniziano dapprima il loro percorso eseguendo un repertorio di brani classici rockabilly e rock’n’roll. Nel frattempo, cresce sempre di più la voglia di sperimentare nuove sonorità, avvicinandosi così anche ad altri generi come il country e lo psychobilly, riuscendo comunque a non snaturare il loro suono. A due anni dalla nascita, esce il loro primo disco “Ruscobilly”, prodotto dall’Ansaldi Records. Questo disco ha avuto una produzione di sole 500 copie, interamente vendute in soli tre mesi di tour, e contiene dei brani inediti con testi in italiano.
Nel 2014 entra nel gruppo al posto della grandissima Sara un giovane batterista, Matthew Cavina, sostituito poi da Carlo Berbellini. Si afferma ancora di più la voglia della band di spaziare tra i generi a loro più familiari legandoli insieme grazie ad un suono ormai consolidato negli anni. Dall’inizio del progetto i Lucky Strikes dai piccoli locali di provincia verranno catapultati sui palchi dei più importanti festival rock’n’roll/rockabilly nazionali (Motorcycle Gang Jamboree, Custom Party Atessa, Revolution Day, Thunderlake, Biker Bikini Benefit, Summer Vintage. 
https://www.facebook.com/The-Lucky-Strikes-169513939749329/
 
KingSalami2  
 
KING SALAMI & THE CUMBERLAND THREE (UK)
Questa è la più grande e sensazionale band di Rhythm'n'Blues/Punk londinese che davvero rappresenta la cosmopolita Londra, essendo un mix ibrido di Caraibi, Francia, Giappone e Spagna. Il loro repertorio è influenzato dalle più famose canzoni degli anni '50 e '60, riarrangiate con un sound più moderno. Il Re urla come Screamin’ Jay Hawkins muovendosi come Bo Diddley mentre The Cumberland Three (ex membri di gruppi punk rock, tra cui The Parkinsons) si scatenano con il loro mix di rockabilly vintage, rock'n'roll e soul stomping, con fuoco, energia, gusto e, soprattutto, divertimento! I loro numerosi singoli in vinile e i loro due album sono andati via come il pane e continuano a pubblicare sempre nuovi dischi. Questa è una vecchia band single style, che predilige la produzione di 7”, tutti garantiti per farti ballare come un pazzo.
La band ha suonato praticamente ovunque in Europa, oltre ad Australia, Stati Uniti e Giappone, e più recentemente in Cina e ha condiviso il palco con artisti del calibro di The Standells, Pretty Things, Trashmen e The Mummies, per citarne alcuni. In effetti, sono così ben visti dai titani del rock'n'roll e rhythm'n'blues che incideranno a breve un disco con il leggendario Andre Williams! Sia sul palco che sul disco questo è uno dei gruppi più eccitanti del rock'n'roll in questo momento - sono ragazzi che sanno cosa serve per farti muovere: parti uguali di rock'n'roll e soul, con una buona dose di blues e rockabilly e un tocco di punk rock. 
 
 
 
miss kika2  
MISS KIKA AND THE SPOMETIES (I)
Il gruppo nasce nel giugno 2015 dall’incontro tra la cantante Kika Petrizzelli, in arte Miss Kika, ed i componenti della band rockabilly “The Spometies”, già attiva dal 2011. A seguito di questa unione parte una ricerca musicale che permetterà di dare un’identità ben precisa al gruppo. Il risultato scaturito, infatti, è un repertorio che, partendo dal rhythm and blues di Ruth Brown ed Etta James, attraversa le influenze Country/Rockabilly di Janis Martin e il Rock’n’Roll di Wanda Jackson. La band è composta da due musicisti di grande esperienza, Luca “il Dinosauro” Castellari alla batteria e Vittorio “Lo Zio” Sammarini alla chitarra, che hanno condiviso il palco ininterrottamente dall’inizio degli anni 90, prima con “The Jailors”, poi divenuto “T-Model Boogie” e successivamente con i “Broken Hearts”. In questo collaudato organico si è inserito perfettamente il contrabbassista Marco “Slim Jim” Villani, più giovane ma con diverse esperienze musicali alle spalle. Il tutto per accompagnare la splendida voce e l'inesauribile carica di Miss Kika! 
Nota: THE SPOMETIES - Questo nome nasce dalla storpiatura della parola “SPOMETI”, che proviene dal dialetto bolognese ed indica gli uomini che si “impomatavano” i capelli per andare a ballare negli anni 50.
 
 

 
 
poisonivies and the steady2  
POISONIVIES AND THE STEADY (I)
Poison Ivies and the Steady, giovanissima band nata nel 2014 da un’idea di Antonella Tambakiotis e Wainer Rimondini, fondatori della ormai leggendaria hillbilly band Wheels Fargo and the NIghtingale. La coppia voleva un sound completamente diverso, che si distaccasse dalla loro realtà musicale e hanno pensato di unire alcuni generi a loro molto cari: Rock’n’roll e oscuro Doo wop, aggiungendo al tutto un sound in levare di chiara matrice Ska Studio 1! Shakerando questa miscela, ne esce un ritmo particolare che sta già influenzando la scena del Rock’n’Roll, a cavallo tra la fine degli anni 50 e l’inizio dei 60, divertente e davvero coinvolgente. La band, fa il suo esordio sul palco del festival Rock around the Blues, all’interno del più famoso Delta Blues Festival, nel 2014. Si sono susseguiti molti live nei più prestigiosi rock club della scena italiana. Del 2015 sono le apparizioni sui palchi dello Sh-Boom Doo Wop Festival e Summer Jamboree. Nella scena Rock’n’Roll e Ska internazionale la band vanta importanti bookings in Austria, Francia, Germania e UK! Nel 2016 esce il loro primo progetto discografico su etichetta Part Records, “LOOK MOM NO BOOGIE!”
PoisonIvies e the Steady sono:
Antonella the Nightingale (voce solista)
Ele Noire Pietri (voce)
Wainer (contrabbasso)
Polly the Partisan (chitarra)
Memphis Bellesini (sax tenore)
Franz PapaLegba Falciano (batteria)
 
 
 
PortuguesePedro2  
PORTUGUESE PEDRO (P)
Portuguese Pedro è il nuovo progetto solista di Pedro Serra, meglio conosciuto come fondatore, compositore e chitarra solista della fortunata band Ruby Ann & the Bopping Boozers, o come chitarrista e contrabbassista di supporto a band come Carl & the Rhythm All-Stars, John Lewis e altri. Acclamato a livello internazionale, questo nuovo progetto si è esibito in due dei migliori festival del suo genere. P. Pedro cattura il pubblico con il suo modo di esibirsi da intrattenitore che canta e recita sul palcoscenico, riportandoci immediatamente agli spot della radio e agli honky tonk bar degli anni 50. Il ritmo della musica sembra essere stato creato appositamente per la voce unica di Pedro Serra, unendo il jolly fiddle splendidamente suonato, l’honky tonk piano rag, il vivace slap del contrabbasso e il trombone honkin’ style. I concerti di P. Pedro portano il pubblico a un viaggio attraverso le radici del rock, facendo eco a opere di artisti come Jimmie Rodgers, Hank Williams o Jack Earls. I suoi primi due 45 rpm Coola Boola Bop e Boppin' Like a Chicken, entrambi pubblicati da Migraine Records hanno riscosso un enorme successo di vendita e nelle piste da ballo. Aspettiamoci ancora di più con la nuova release, Enchilada Boogie (Sleazy Records), che presenta due canzoni incredibili, stupefacenti e assolutamente fantastiche!! 
 
 
Roberta2  
ROBERTA E I NEGRONI (I)
Avete sete di buona musica da ascoltare e soprattutto da ballare, davanti alla quale nemmeno i più pigri resistono? Abbiamo noi la ricetta giusta per farvi bere qualcosa di davvero irresistibile!
Prendete Nick Martini, Michael Bitter e Teo Gin, affiancategli una fettina d'arancia della voce femminile e sbarazzina, Roberta, ed otterrete il drink "rock'n'roll party" definitivo: Roberta e i NEGRONI!
Un'energia incontenibile, con entusiasmanti riletture di classici e minori di rock'n'roll, rockabilly, rhythm'n'blues, ska e rocksteady, beat, pop e garage dei 50s, 60s e 70s passando da “Shout” a “Wipe out”, da “Wooly bully” a “These boots are made for walkin'”, da “Picture Book” a “Monkey man”, da “Book of love" a “Mr. Lee”, per un viaggio spazio-temporale alle radici della migliore musica da pista, dal gusto inevitabilmente "vintage" ma con un'attitudine ed una freschezza assolutamente moderne ed attuali!
 
 
 
Shaun2  
SHAUN YOUNG feat. THE DI MAGGIO CONNECTION
SHAUN YOUNG (USA)
In un caldo giorno di luglio del 1989, tre ragazzi si sono riuniti in un garage di Austin con un contrabbasso, una chitarra Martin e una Telecaster per suonare un po’ di musica, guidati dal sacro custode della fiamma Rockabilly. Quel giorno nacquero gli HIGH NOON: Shaun Young, Kevin Smith e Sean Mencher. Dal quel momento il trio ha fatto molta strada, esibendosi in tutto il mondo e accompagnando spesso Ronnie Dawson. L’attività della band prosegue fino al 2008 con varie pause, in cui i musicisti intraprendono progetti diversi. Nel 2011 nasce il nuovo progetto di Shaun Young: “Shaun Young & The Texas Blue Dots” con, oltre a Shaun alla voce e chitarra, Alberto Telo alla batteria, Massimo Gerosa al piano e Paolo Bortomiol al contrabasso. Il sound della band trae ispirazione dal rhythm & blues e rock’n’roll della fine anni 50, inizio 60, influenzato da musicisti quali Freddie King, T- Bone Walker, Fats Domino e Elmore James. Con I Texas Blue Dots ha realizzato due 45 rpm, "You Ain’t Got" (S. Young) per la Jet Tone Records nel 2012 and un EP nel 2014 "She Ain't Got" (S. Young), prodotto dalla Sleazy Records.
In esclusiva al Reelin’ and Rockin’ Festival, sarà accompagnato da una delle migliori band italiane, Di Maggio Connection.
THE DI MAGGIO CONNECTION (I)
Questo power trio, mixa con grande energia e con una magistrale tecnica strumentale tutte le facce più selvagge del R’n’R, Rockabilly-Core, NeoSurf-Rock, con un tocco di Hardknocking Swing, una miscela esplosiva…The Di Maggio Connection.
Leader e fondatore della band, Marco Di Maggio, unico artista italiano eletto “Membro Onorario” della Rockabilly Hall of Fame americana, esponente di punta della scena R’n’R internazionale e considerato dalla stampa specializzata come uno tra i migliori chitarristi mondiali. La band, che vede Matteo Giannetti al contrabbasso e Marco Barsanti alla batteria, vanta esibizioni in 24 paesi, tra i quali, USA, UK, Cina, Hong Kong, Russia, Scandinavia, partecipando a varie edizioni di festival prestigiosi quali: Montreux Jazz Festival, Viva Las Vegas, Green Bay 50’s Fest, Grand Ole Opry/Ryman Auditorium, Pistoia Blues, Giochi Olimpici Torino, The Fringe, Rockabilly Rave, Rock Oz Arenes, Munchen Rock Fest, Summer Jamboree, per citarne alcuni. Collaborazioni con oltre 50 artisti internazionali, tra i quali: Terry Williams (batterista dei Dire Straits), D.J. Fontana (batterista di Elvis Presley), Dave Roe (Bassista di Johnny Cash), Slim Jim Phantom (batterista degli Straycats), Johnny Farina (Santo & Johnny), Billy Burnette (Fleetwood Mac), Robert Gordon, Linda Gail Lewis, Billy Swan (Compositore per Elvis). Marco Di Maggio con i suoi vari progetti, realizza 11 Albums prodotti in Usa, Germania, Finlandia, Italia, un Video didattico, un videoclip e la partecipazione in oltre 35 compilation internazionali. Intervistato dai maggiori network radiofonici e televisivi, Chicago Tv, BBC radio ecc... viene contattato anche da importanti marchi per realizzare colonne sonore per films e  spots quali Honda Scooter, TIM, Santal, in onda in tutto il mondo. Un suo brano viene inserito in una puntata della celebre serie tv Friends. Dal 2008 la prestigiosa marca di chitarre Gretsch/ Fender ha eletto Marco endorser italiano, riconoscimento prestigioso che lo affianca al grande Brian Setzer degli Straycats, quest’ultimo endorser ufficiale per gli Usa.Terry Williams, batterista dei Dire Straits, ha detto di lui: “Ho suonato con i piu’ grandi, Mark Knopfler, B.B. King, Eric Clapton, Albert Lee…posso dire che Marco Di Maggio è uno di loro”. 
 
 
 
Shorty2
SHORTY JETSON AND HIS RACKETEERS (B)
Sono una giovane band belga che negli ultimi tre anni hanno calcato palchi internazionali in Australia, Stati Uniti e Europa. Il loro sound, ispirato, oltre che dal rocknroll, anche da altri generi, mantiene il suo particolare stile. Nei loro show portano un mix atmosfere originali suonate in maniera selaggia, dinamice e, a volte, commovente.
Di recente pubblicazione il loro primo album.
 
 
 
 The NiteHowlers2  
THE NITE HOWLERS (F)
Combo francese creata nel 2016 e composta da musicisti ben collaudati provenienti dalla scena Rockin' e ispirata alla musica Rockabilly della fine degli anni '50, primi '60 con una chitarra potente e una sezione di ritmo costante. Questa band è principalmente influenzata da artisti come Benny Joy, Carl Perkins, Ronnie Dawson, Charlie Feathers .... ma anche molte altre band meno conosciute e « desperate » di quell’epoca. Hanno iniziato a suonare in Francia in piccoli club ma anche in importanti palcoscenici dall'inizio del 2017 e da poco è uscito il loro 45 giri per la Ruby Records. Sono già stati ingaggiati per alcuni importanti festival come The Rockin 'Race Jamboree in Spagna, i Tours RocknRoll Show in Francia, Lake Rattle n Roll in Svizzera, Riverside Festival a Barcellona, Rockin' the Drive a Barn in Olanda, Reelin '& Rockin' Festival a Bologna, Italia ...
I NITE HOWLERS sono:
Olivier Laporte (Wild Goners / Roy Thompson e Mellow Kings) - Lead Vocal / Rhythm Guitar
Jules Moonshiner (Silver Moon) - Chitarra principale
Pedro Pena (Carl & the Rhythm All Stars / Ruby Ann) - Batteria
Franck Abed (Mean Devils) – Contrabbasso
 
 
 Vince2
 
VINCE AND THE SUN BOPPERS (I)
Una band italiana composta da 4 musicisti con una passione in comune: il suono del rockabilly autentico degli anni '50 e del rock’n‘roll. Il nome della band ricorda la loro patria natia, la soleggiata isola di Sicilia, ma è anche un tributo alla "Sun Records" che ha fortemente influenzato il sound della band. Il gruppo ha iniziato nel 2014 con l'uscita del primo 45 giri "Sunstroke" prodotto dall'etichetta spagnola "Sleazy Records" seguito nel 2016 dal cd "Gone for Lovin" " e l'EP "Devil Eyes", pubblicati da "Rhythm Bomb Records”. È del 2017 la pubblicazione di "Spinnin 'Around" uscito in cd e in 10”.
La line up è:
Vince Mannino: chitarra, voce;
Marvin Lee Pott: chitarra acustica;
Frankie Ardito: contrabbasso;
John Ziino: drums
Vince and the Sun Boppers continuano a esibirsi in vari festival attraverso l'Europa con lo stesso obiettivo dell'inizio: condividere la gioia della rockin' music con il pubblico.